Wunderbar Herr Tanak

[vc_row][vc_column width=”1/3″][vc_single_image image=”918″ img_size=”large”][/vc_column][vc_column width=”2/3″][vc_single_image image=”898″ img_size=”large”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text css_animation=”fadeIn”]

Wunderbar Herr Tanak

 

 

Il secondo rally dell’anno corso su asfalto lo scorso weekend in Germania, ha dato delle risposte precise. La Toyota con Tanak dopo la vittoria in Finlandia si è riconfermata vincente anche su asfalto. Ciò dimostra la crescita delle vetture giapponesi anche su questa superficie. Tanak si è adattato benissimo alla macchina, peccato per l’inizio del mondiale in cui ha perso molti punti per problemi di affidabilità altrimenti sarebbe in piena lotta per il mondiale,ma Toyota sarà un avversario pericolosissimo per il mondiale costruttori. L’estone sin da inizio gara ha tenuto un ritmo che solo Ogier è stato in grado di mantenere. Gli altri perdevano secondi su secondi a ogni P.S.

Alla fine della prima tappa dopo 7 P.S., il vantaggio di Tanak era di 12 secondi su Ogier e di ben 27  su Neuville. Nella seconda tappa il copione era lo stesso. Tanak e Ogier con tempi molto simili e distacco invariato. Nevuille perde posizioni e dopo la P.S.12 scivola in quinta posizione, a vantaggio di Latvala e Sordo. Purtroppo la Hyundai non è performante come Toyota e Ford su asfalto. Il colpo di scena avviene nella P.S. 13, con Ogier che fora e perde quasi 2′. Una mazzata per il campione del mondo in carica che sprofonda in nona posizione in classifica generale. Uscito Ogier dalla lotta per la vittoria, Tanak ha in mano la gara. il secondo che ora è diventato un sorprendente Sordo ha 43 secondi di distacco. La lotta diventa a tre, tra Sordo, Latvala e Neuville tutti vicini. Fine della seconda tappa con Tanak primo indiscusso, con Sordo e Latvala in piena lotta per il secondo posto, con Nevuille quarto ma mai veramente incisivo. Sinceramente mi aspettavo il belga in lotta per la vittoria invece è stato autore di una prestazione abbastanza deludente. Le migliorie portate dalla Hyundai  a livello di differenziale e sospensioni non hanno portato ad uno step di prestazione sulla vettura. Urge uno sviluppo  efficace al più presto per Hyundai.

La terza tappa si apre subito con un colpo di scena nella P.S.13. Sordo dopo una bella gara compie un errore uscendo e danneggiando gravemente il radiatore, ritrovandosi costretto ad alzare bandiera bianca. Latvala invece è out per guai alla trasmissione. Per Nevuille arriva su un piatto d’argento un immeritato secondo posto, con Ogier che arriva incredibilmente quarto ai piedi del podio. La cosiddetta “fortuna dei campioni “. Sì, i campioni oltre alla bravura sono anche dotati di fortuna: chiamatela così. Ogier riesce a far sua la Power Stage riuscendo a perdere a fine rally solo 2 punti da Neuville. La lotta per il mondiale è ancora viva con Nevuille che ora ha un vantaggio di 23 punti su Ogier, quando mancano quattro gare alla fine. Ventitré punti sono un bel vantaggio, ma basta un errore od un ritiro o un guaio di affidabilità per far svanire il vantaggio. L’ago della bilancia nelle prossime gare potrebbe essere a questo punto Tanak che potrebbe togliere punti a Ogier e Nevuille. Al prossimo rally, in terra di Turchia.

Classifica:

1° Ott Tanak – Martin Jarveoja  (Toyota Yaris Wrc) EST-EST in 3.03’36”9
2° Thierry Neuville – Nicolas Gilsoul (Hyundai i20 Wrc) B-B a 39”2 
3° Esapekka Lappi – Janne Ferm (Toyota Yaris Wrc)  FIN-FIN a 1’00”9
4° Sébastien Ogier – Julien Ingrassia (Ford Fiesta Wrc) F-F a 1’34”5
5° Teemu Suninen – Mikko Markkula (Ford Fiesta Wrc) FIN-FIN a 2’02”9
6° Andreas Mikkelsen – Anders Jaeger (Hyundai i20 Wrc) N-N a 2’13”8
7° Craig Breen – Scott Martin (Citroen C3 Wrc) IRL-GB a 2’39”

 

Andrea Piras

 

logo sinfonia motore almanacco

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell’autore
SinfoniaMotore – Tutti i diritti riservati. All rights reserved.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_row_inner][vc_column_inner][vc_column_text]

[apss_share]

[/vc_column_text][/vc_column_inner][/vc_row_inner][/vc_column][/vc_row]