WRC New Generation 2017

ICON

WRC New Generation 2017

È con vero piacere che ospito sulle colonne di “Sinfonia Motore”  la voce di un autentico appassionato. Un’amicizia nata on line io da autore lui da lettore. Uno spazio non si nega nessuno, se è il frutto di una vocazione genuina.

A voi. La voce di Andrea 2728.

“Dopo la quarta gara del mondiale rally 2017 è possibile trarre le prime conclusioni di questo inizio  stagione.   E’ un mondiale equilibrato, con un livello di competitività  tra le varie squadre come non si vedeva negli ultimi anni visto il monopolio   Volkswagen – Ogier .

Il merito di questo equilibrio è sicuramente dovuto all’uscita di Volkswagen dopo i tagli di spesa effettuati alla voce motorsport  , ma anche al nuovo regolamento che con la nascita di queste WRC  ha rimescolato le carte  e non vi nascondo  che il livello estetico e motoristico  di queste nuove macchine colpisce davvero.

Sono veramente veloci e spettacolari .

Analizzando le prestazioni delle varie squadre, la Ford ha in Ogier il suo pilota di punta. La classe non è acqua,  sopperendo alle piccole lacune della macchina dal punto di vista prestazioni-affidabilità .

Ford   non partecipa in veste ufficiale ma con il team privato di  Malcolm Wilson e penso che nel prosieguo del campionato possa essere un problema per Ogier se le altre case costruttrici porteranno degli sviluppi consistenti .

Complimenti anche ad Otto Tanak  pilota che ha mostrato delle buone doti velocistiche e costanza di rendimento .

Hyundai obiettivamente è stata la macchina più equilibrata sulle varie superfici dei campi di gara sin qui affrontati.

Peccato che Nevuille abbia compiuto due errori che lo hanno privato di due vittorie praticamente certe  in particolare in Svezia. La vittoria al Tour de Corse ha sicuramente ridato fiducia al pilota ma non sarà facile recuperare  punti su Ogier che è molto costante. Gli altri due piloti del team sudcoreano non hanno il potenziale per vincere soprattutto Paddon che ha avuto un inizio di stagione disastroso.
Per Citroen prime due gare a tinte fosche sia a livello prestazione macchina che per errori di pilotaggio di Meeke. Grandi miglioramenti  già dal rally su terra in Messico e conferme al Tour de Corse sull’ asfalto in cui Meeke era in lotta per la vittoria fino al ritiro per problemi di motore .
Toyota , è ultima di questa lista perchè anche se ha vinto il rally di Svezia con Latvala a mio parere in questo momento è la squadra piu indietro come prestazioni velocistiche sui vari terreni.

Corre praticamente solo con Latvala e la  macchina necessita ancora di sviluppo ma crescerà. Forse sarebbe il caso di  affiancare un altro pilota competitivo a Latvala. Mikkelsen freme….

Finisco con un desiderio . Avrei voluto almeno un altro costruttore nel mondiale .

Lancia quanto mi manchi…..”

Andrea2728

TITOLO IMMAGINE

 

Firma Emiliano Tozzi

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell’autore

SinfoniaMotore – Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

 

 

[apss_share]