Tour de Corse – Psycourse

sinfonia-motore-rally-img
HEADER-TITOLO-RALLY-senza-foto

Tour de Corse – Psycourse

 

 

Questa edizione del Tour de Corse la paragonerei a uno dei migliori film di Hitchcock per colpi di scena accaduti, con un finale trhilling che non mi sarei di certo aspettato. Il Rally per eccellenza su asfalto ha dato delle risposte anche sorprendenti . Il vincitore morale per me rimane Evans. Il pilota inglese alla guida della Fiesta ha fatto  una gara superlativa e soltanto la sfortuna  l’ha privato della vittoria tradito da una foratura  a metà dell’ultima prova quando nella ps 13 aveva  compiuto un capolavoro   dando piu di 15 secondi  a Neuville in quel momento primo. Quando mancavano 2 ps alla fine invece il pilota belga solo nella ps 13 è stato capace di perdere 15 secondi a riprova che la Hyundai  su asfalto è dietro sia a Toyota che Ford. Foratura del leader Evans e vittoria fortunosa per Neuville. Il belga porta al primo successo la Hyundai nel 2019 ma c’è molto da lavorare sulla macchina  a livello di competitività avendo la sensazione che gli aggiornamenti della vettura previsti per luglio potrebbero essere anche troppo tardivi. Prestazione maiuscola anche per lo sfortunato Tanak autore di un gran gara  fino al momento dell’ennesima  foratura. La coppia Toyota – Tanak sembra essere la più completa in questo momento della stagione. La macchina è veloce sia su terra e asfalto e Tanak ha un gran piede. E il campionissimo Ogier ?  Ha corso  un Tour de Corse sottotono con la Citroen che ha trovato competitività sulla terra ma sembra aver perso smalto sull’asfalto.  Ogier non è mai stato  in gara per la vittoria e solo grazie alle sfortune altrui è riuscito ad agguantare un insperato secondo  posto. 

Dani Sordo  che correva questa gara al posto di Mikkelsen si è reso autore di una buona prova finendo al quarto posto,  peccato invece per Sebastian Loeb relegato ai piani bassi della classifica  con un ottavo posto finale viziato da un errore a inizio gara con un braccetto della sospensione piegato che ha compromesso la sua prestazione. Il pilota francese sta pagando la mancanza di test prestagionali  sulla Hyundai. Cercare di adattarsi  a una macchina durante la stagione non è mai facile, vedremo di giudicarlo sul totale delle 6 gare previste nel suo contratto . 

Voto negativo per Lappi , Latvala e Meeke, con errori di guida che li hanno relegati  nella parte bassa della classifica. Meeke in particolare tanto veloce quanto incline all’errore , ormai è una costante per il rendimento discutibile delle sue gare. 

Come non ricordare per altri motivi invece un grande Fabio Andolfi autore di una vincente gara maiuscola nella categoria WRC 2, al volante della Skoda Fabia. Finalmente un italiano che si fa onore. 

Alla prossima gara in terra argentina.   

Hasta la vista.

Caballeros.

 

 

Andrea Piras

 

 

logo sinfonia motore almanacco

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell’autore
SinfoniaMotore – Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

[apss_share]