Schumi e Rubens: vent’anni dopo

HEADER-TITOLO-BLOG-senza-foto

 

Schumi e Rubens: 20 anni dopo

 

Non è facile descrivere un sentimento.

Oppure sì. Oppure davvero può essere quel balsamo venuto a placare tutti i mali.

Sulla bontà della F-2002, una volta appoggiate le gomme sull’asfalto non vi era dubbio alcuno. Si rivelerà essere la macchina più vincente nella storia del Cavallino, insieme a quella F-2004 iridata due anni più tardi.

Dopo l’esordio della nuova creatura di Maranello avvenuto sul circuito d’Interlagos per mano del solo Schumi, anche Barrichello a Imola può finalmente prenderne il volante in mano. Due fulmini Rossi sulle rive del Santerno. Inavvicinabili per chiunque fin dalle qualifiche al sabato, tanto da far diventare la pole del sabato un affare di famiglia ferrarista. La spunta Schumacher all’ultimo tentativo per 64 millesimi. Un’inerzia e un’inezia del cronometro a favore del campione tedesco.

La gara non ha storia. Unico brivido in partenza. Quando Ralf con la sua Williams supera Barrichello issandosi alle spalle del fratello ferrarista.

Un brivido appunto. Appena accennato. Cui basta una sosta con rifornimento ineccepibile da parte degli uomini del Cavallino per rimettere le cose a posto. Quell’overcut con cui le Bridgestone sulla Ferrari sistemavano ogni cosa.

Cronometro alla mano, quel giorno a Imola la Ferrari rifila un secondo al giro a chiunque. Dopo 62 giri è tempo di gioire per una doppietta d’altri tempi. Schumi e Rubens. Con una macchina semplicemente perfetta.

Schumi e Rubens vent’anni dopo Gilles e Didier. I loro sorrisi, i loro abbracci sul podio non sono soltanto il ritratto di un trionfo appena conquistato. Sono a tutti gli effetti quel balsamo appunto cercato, capace di curare ogni possibile male. Compresa quell’amicizia spezzatasi proprio qui.

Su un podio che non avrebbe raccontato solo rabbia.

Nei volti spenti.

Di Villeneuve e Pironi.

 

logo sinfonia motore almanacco

logo sinfonia motore almanacco

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell’autore
SinfoniaMotore – Tutti i diritti riservati. All rights reserved.