Questione di cultura

sinfonia-motore-dissonanze-img
Sinfonia Motore Dissonanze

Questione

di

cultura

 

 

 

Accennavo nell'ultimo post al Mugello e Imola, assieme a Monza in questo strano mondiale pandemico.
Questa triade, almeno per me, è la conferma che l'Italia è la vera culla del motorsport, oltre a essere un premio per uno Stato pesantemente colpito dalla piaga Covid.
Quale altra nazione ha tre circuiti omologati per la F1? A memoria personale o conoscenza nessuno.
E da questa premessa voglio partire per la mia successiva disamina.
Durante il lockdown, in condizione di prolungata astinenza da motori rombanti, ho reputato utile per quanto possibile documentarmi con libri e DVD inerenti la nostra coune passione, di cui non sapevo neanche l'esistenza.
Molti di questi ultimi sono veri e propri gioiellini. Non semplici documentari, ma vere e proprie favole!
“McLaren”, “Williams”, “Schumacher”, “Life on the limit” ed altri titoli magnifici finiti nella mia videoteca!
Unica pecca? Molti sono in inglese, e senza sottotitoli in italiano.
Per fortuna che un minimo di inglese a livello scolastico lo so...
Ma se l'Italia, come detto sopra, è la patria del motorsport, perché alla distanza è sempre l'Inghilterra ad uscirne effettivamente come tale?
Riflettendoci, può essere solamente una questione di culturale.
Nonostante una florida editoria negli ultimi anni, in Inghilterra ci sono volumi di alta qualità introvabili qui, così come DVD altrettanto introvabili nel nostro Bel Paese.
Qualcuno mi dirà: "Qui c'è il calcio a farla da padrone".
Falso!
Io che seguo anche il calcio, posso garantire che In Inghilterra, pure per questo sport, c'è un'editoria nettamente più specializzata rispetto che da noi!
Sempre questione culturale è. Penso.
Tornando al motorsport, basta guardare il numero di spettatori che invade ogni anno Goodwood, e quello che invade il Minardi Day o che ha invaso il Motor Legend Festival 2018, per farsi un'idea di quali differenze numeriche al riguardo vi siano su questo argomento.
E non solo, purtroppo.
L'unica speranza è, che qualche buon'anima si metta d'impegno per investire e tradurre più volumi possibile, e sottotitolare DVD.
Quello su Williams è una chicca!
A proposito di Williams, dispiace per la vendita avvenuta giovedì scorso.
Purtroppo, nel mondo della globalizzazione, questa storia non poteva finire diversamente.
In bocca al lupo Frank!
Sperando che il tuo DVD venga sottotitolato.
Anche nella culla del motorsport.

 

 

Manuel Maurizzi

logo sinfonia motore almanacco

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'autore
SinfoniaMotore - Tutti i diritti riservati. All rights reserved.