Montecarlo

HEADER-TITOLO-BLOG-senza-foto

 

Montecarlo

 

Per quanto Jarama rimanga la perla di una guida perfetta, sopra al limite per ciascuno degli ottanta giri del Gran Premio di Spagna dell’81, l’impatto emotivo della vittoria  di Villeneuve a Montecarlo rimarrà per sempre, l’immagine della perfetta dirompenza dell’impossibile. L’idea che la logica non vada seguita ma sfidata. Con ogni mezzo perseguibile nella mani di un essere umano.

Vincere col turbo a Montecarlo. Un’idea inconfessabile. Una bestialità da incompetente della pista anche il solo pensarlo. Ma forse più semplicemente solo un’idea. Da sperimentare in pista.

Con un pilota fuori dal comune.

Forghieri quel giorno mette sul piatto una scommessa a viso aperto. Ci mette la faccia. Sua e dell’azienda che tecnicamente guida sui circuiti di tutto il mondo da vent’anni anni e la famosa diaspora in Ferrari capitanata dall’ing. Chiti. Una cena con la Perfida Albione di Chapman e Tyrrell. Tu col tuo motore turbo a Montecarlo non puoi pensare di vincere. Salvo che Colin e lo Zio Ken nulla sappiano del sistema “Emulsystem” montato sulle Rosse.

Chiaro per tutti il concetto. Tranne per Gilles, che dei concetti se ne frega e pigia sulla pedaliera della sua Ferrari come non sapesse di trovarsi a Monaco. Stranamente quel giorno il canadese non frantuma parti meccaniche della sua 126 CK. Quando a tre giri dalla bandiera a scacchi Villeneuve conquista la testa della corsa, qualcosa d’irrimediabilmente umano avviene. Voci, tra quegli stessi uomini che raccontano un spaccato d’umanità irripetibile.

“Mi comunicano che al box Ferrari hanno tutti le lacrime agli occhi…”

Poltronieri e il suo aplomb mal nascosto…

“Ne abbiamo vinte delle altre ragazzi!!”

Anche Furia si accorge della commozione dei suoi ragazzi…

“ Non importante come questa!!”

Vero ragazzi.

Ne avete vinte delle altre.

Ma nessuna sarà come la vittoria di Gilles a Montecarlo col Turbo Ferrari.

La cena era vinta.

 E Per altri 16 anni la Ferrari a Montecarlo non sarebbe stata capace di fare altrettanto, quasi a rendere quella scommessa di Furia un azzardo.

Dal sapore impareggiabile.

logo sinfonia motore almanacco

logo sinfonia motore almanacco

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell’autore
SinfoniaMotore – Tutti i diritti riservati. All rights reserved.