Monaco e Indianapolis (Sinfonia per un giorno)

HEADER-TITOLO-BLOG-senza-foto

Monaco

e

Indianapolis

(Sinfonia per un giorno)

 

Scusate l’assenza.

Scusate l’ improvvidenza.

Giorni concitatati per il voster semper voster.

Mamma mia.

Siamo nel cuore della storia, della leggenda più pura del motor sport.

Montecarlo, Indianapolis (spesso e volentieri concomitanti) e tra due settimane Le Mans.

L’inizio di una festa. La più autentica su asfalto. Sinfonia per un giorno. Fino a quella domenica pomeriggio sul circuito della Sarthe a sventolar bandiere dopo 24 ore di autentica maratona meccanica. Episodi. Come tra Alonso e Button. Il primo in America, a Indianapolis, l’altro a Monaco. Appena uscito dai box con la sua MCL-32 per schierarsi in griglia di partenza.

“Ti auguro il meglio amico mio. Prenditi cura della mia macchina.”

“Farò la pipì sul tuo sedile!!”

Un signore Jenson. D’altri tempi. Mentre Alonso inseguiva l’idea di essere vincente in America e in Francia. Gli riesce la seconda (due volte a Le Mans) la prima no.

Storie.

Che danno seguito a quella liturgia che sempre avviene da Monaco in poi.

Il meglio della velocità globale in due sole settimane.

In cerca di un altro Re.

Come solo “Baffo” Hill  sia riuscito di essere fino a oggi.

Con la sua unica “Tripla Corona”.

In mezzo a tutti.

logo sinfonia motore almanacco

logo sinfonia motore almanacco

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell’autore
SinfoniaMotore – Tutti i diritti riservati. All rights reserved.