Il Re del Monte Ogier

sinfonia-motore-rally-img
HEADER-TITOLO-RALLY-senza-foto

Il Re del Monte Ogier

Il rally di Montecarlo quest'anno si presentava sulla carta come uno dei più agguerriti, in seguito al rimescolamento di piloti  avvenuto a fine stagione e per lo sviluppo effettuato sulle macchine ma  la gara ha avuto una lotta così intensa fino alla fine che sinceramente è andata oltre qualsiasi immaginabile previsione.

Soltanto alla fine dell'ultima p.s si è saputo il nome del vincitore. Di questa lotta intensa tra Ogier e Neuville l'ha spuntata dall'alto della sua classe il pilota francese. Quale migliore debutto per il ritorno  in Citroen del provenzale. A dire il vero Neuville ha commesso un solo vero errore nella p.s 7 in cui ha imboccato un bivio sbagliato che gli ha fatto perdere 15 secondi che nelle prove successive è riuscito a colmare faticosamente fino alla decisiva p.s 16, la power stage. 0.4 sec il distacco tra i due. Alla fine del rally Ogier vince con 2, 2 sec. , un inezia,  in uno tra i rally con il distacco minore tra primo e secondo,  il che la dice lunga sulla lotta che c'è stata tra questi 2 piloti. Della partita poteva essere sicuramente anche Tanak con la Toyota se non avesse subito una foratura che lo ha tirato fuori dalla lotta. L'estone dopo la p.s 7 si è ritrovato a 2' 40'' dalla vetta della gara, ma da lì in poi si è reso protagonista di un recupero magistrale a suon di prove speciali vinte sino a scavalcare Loeb nelle ultime p.s in quel momento terzo. Sicuramente Tanak è andata a tutta e ha rischiato il tutto per tutto.   Un distacco finale da Ogier  di 2' 15'', al netto 25'' sec. recuperati. Come sarebbe andata a finire senza quella foratura rimarrà il dubbio amletico di questa edizione del Monte. Il pilota ha detto che non sarebbe stato in grado di vincere la gara, io la penso diversamente ,vedremo al prossimo rally di Svezia dove il fattore Casa-Monte per Ogier non ci sarà. Altra gara per le posizioni di rincalzo è stata quella tra Loeb e Latvala, dove Loeb la spunta per un soffio sul finlandese di casa Toyota. Il francese con alle spalle appena 2 giorni di test sulla Hyundai proprio pochi giorni prima della gara e con una Dakar sulle spalle sicuramente era tra i piloti più svantaggiati. Nelle restanti 5 gare che correrà con la vettura coreana potrà fare meglio ma nonostante questo, 2 scratch in gara li ha fatti suoi . Loeb ha portato punti in casa Hyundai che potranno essere utili per il costruttori. Altra classe quella del francese rispetto a Latvala che la Toyota la conosce a fondo . Delusione e  tanta delusione per Mikkelsen, dopo un 2018 veramente  di basso livello. C’era da mostrare più lucidità , la velocità c'era almeno nelle prime prove speciali , ma un errore sulla p.s 10 lo ha eliminato dalla gara mentre era quarto ma a ben 1' 44'' da Ogier. Un giudizio sulla Hyundai che mi sento di esprimere vedendo diversi video, è quella di una macchina che mi sembra un po’ nervosa e anche sovrasterzante, cosa che ha evidenziato anche Loeb. Manca carico posteriore ? C'è troppo carico all'anteriore ? Forse Loeb de fine tester darà una bella mano nella essa a punto , sicuramente la macchina si adatta a Neuville e forse è stata sviluppata sulle sue caratteristiche di guida. La Citroen  nelle mani di Ogier sembra essere più neutra e composta nelle curve . Parlo infine di Ford e della  giornata nera di Msport. Tre piloti tutti out per incidenti, e macchina che mi riesce difficile da giudicare. Sicuro che senza Ogier Ford abbia perso tanto, vedremo se piloti quali Evans , Sunninen e Tidmenand riusciranno a mostrare qualcosa di buono . Per adesso è la squadra messa peggio dal punto di vista piloti, rimandando alla prossima gara esternazioni sul conto di Lappi e Meeke.

Classifica

Posizione            Pilota/navigatore            Vettura Tempo/distacco

1             Ogier/Ingrassia  Citroen C3 WRC               3.21'15”9

2             Neuville/Gilsoul Hyundai i20 Coupé WRC               +2"2

3             Tanak/Jarveoja  Toyota Yaris WRC            +2'15"2

4             Loeb/Elena         Hyundai i20 Coupé WRC               +2'28"2

5             Latvala/Anttila   Toyota Yaris WRC            +2'29"9

6             Meeke/Marshall              Toyota Yaris WRC            +5'36"2

7             Greensmith/Edmonson  Ford Fiesta R5 EVO2        +13'04"6

8             Bonato/Boulloud             Citroen C3 R5     +13'56"6

9             Sarrazin/Renucci              Hyundai i20 R5 N.G.        +14'06"8

Andrea Piras

logo sinfonia motore almanacco

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'autore
SinfoniaMotore - Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

[apss_share]