Il Mugello di Maurizzi

HEADER-TITOLO-BLOG-senza-foto

Il Mugello

di Maurizzi

 

 

Vi ho promesso da queste pagine di raccontarvi la storia della Formula 1 e non disattenderò tale giuramento parlando del presente.

Ma vedete.

La storia spesso accade  e si propaga nei modi più inaspettati. Dallo schermo di uno smartphone mentre stai affrontando un impervio sentiero di montagna.

Cosa per il mio collaboratore Manuel Maurizzi significhi calcare nuovamente gli spalti del Mugello dopo diversi anni, in occasione del Gran Premio di Toscana è una storia del tutto particolare. Da  quando inforcando il manubrio di uno scooter giungeva alle porte dell’impianto di proprietà della Ferrari per vedere dal vivo i collaudi sostenuti del suo idolo Schumi, fino ai test collettivi tenuti dal Circus su questo circuito agli inizi di maggio nel 2012.

Luogo di provenienza i colli bolognesi, conoscendo un giorno dopo l'altro ogni filo d'erba nei dintori dell'impanto.

Ha scelto il biglietto. Ha scelto il posto in tribuna, che ammicca all’uscita dall’Arrabbiata 1.

“ È una vita che quando posso, scelgo questo posto. Un colpo d’occhio eccezionale.”

Rammento come per me, a Imola fosse la stessa cosa, mettendomi in cima alla tribuna della Tosa, per vedere l’uscita delle vetture dal Tamburello, fino a scorgerne lo scollinamento verso la Piratella e le Acque Minerali.

Mentre scrivo si sta ancora disputando la Fp2.

Immagino Manuel e la sua giornata in toscana.

Non sarà più il tempo degli scooter

Ma finalmente è spettatore in un weekend di gara.

Tra le curve del suo Mugello.

A domenica.

Sinfonia torna a casa.

Dalle ferie.

E dai sentieri montani.

 

logo sinfonia motore almanacco

logo sinfonia motore almanacco

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell'autore
SinfoniaMotore - Tutti i diritti riservati. All rights reserved.