Il Coche Rojo di Alonso

HEADER-TITOLO-BLOG-senza-foto

 

Il Coche Rojo

di

Alonso

 

Monaco.

Monaco e il Coche di Alonso.

Eh?

Sì dai…il Coche Rojo di Alonso.

A dire il vero era già successo tutto al sabato. Al Prode Fernando scappa un sovrasterzo di troppo a Massenet  e nelle FP3 ci rimette la sospensione destra.

Mira Fernando.

Sta seguro che è solo la sospension o tan bien, c’è ben altro ?

Mira il dito Fernando. El Coche Rojo…esta muy scalacagnado… Nell’impatto contro i guard rail si crepa il telaio. Pensare di partecipare alle qualifiche in quelle condizioni non era nemmeno ipotizzabile.

Domenica parte ultimo e al traguardo arriva sesto, schivando Safety Car come fossero una flotta di Dischi Volanti all’attacco di Madre Terra. Schumacher con la Mercedes, all’ultimo giro lo supera prima del traguardo. Il sorpasso avviene in regime di SC. Venti secondi di penalizzazione al campione tedesco nel dopogara.

Sesto posto di Alonso.

Che mondiale singolare quel primo di Fernando in Rosso. Cinque vittorie ma anche sei gare in cui si sommarono errori su errori. Malesia, Cina, Turchia,Gran Bretagna, Belgio, con Petrov ad AbuDhabi a negargli la via mondiale.

Eh…la Cortina di Ferro…

Alonso non gradì.

Avrebbe preferito quache paella…anche se Valencia fu un’altra gara da dimenticare.

Ecco perché fa un certo effetto voltarsi indietro, per constatare  che proprio  quell’uscita a Monaco, iniziò a compromettere irrimediabilmente quella stagione del Prode Fernando alla guida del suo Coche Rosso.

Fino alle lacrime di Abu Dhabi.

E a un mondiale mai conquistato.

Con le insegne Ferrari.

F-10 a parte.

 

 

Il Coche Rojo

di

Alonso

 

Monaco.

Monaco e il Coche di Alonso.

Eh?

Sì dai…il Coche Rojo di Alonso.

A dire il vero era già successo tutto al sabato. Al Prode Fernando scappa un sovrasterzo di troppo a Massenet  e nelle FP3 ci rimette la sospensione destra.

Mira Fernando.

Sta seguro che è solo la sospension o tan bien, c’è ben altro ?

Mira il dito Fernando. El Coche Rojo…esta muy scalacagnado… Nell’impatto contro i guard rail si crepa il telaio. Pensare di partecipare alle qualifiche in quelle condizioni non era nemmeno ipotizzabile.

Domenica parte ultimo e al traguardo arriva sesto, schivando Safety Car come fossero una flotta di Dischi Volanti all’attacco di Madre Terra. Schumacher con la Mercedes, all’ultimo giro lo supera prima del traguardo. Il sorpasso avviene in regime di SC. Venti secondi di penalizzazione al campione tedesco nel dopogara.

Sesto posto di Alonso.

Che mondiale singolare quel primo di Fernando in Rosso. Cinque vittorie ma anche sei gare in cui si sommarono errori su errori. Malesia, Cina, Turchia,Gran Bretagna, Belgio, con Petrov ad AbuDhabi a negargli la via mondiale.

Eh…la Cortina di Ferro…

Alonso non gradì.

Avrebbe preferito quache paella…anche se Valencia fu un’altra gara da dimenticare.

Ecco perché fa un certo effetto voltarsi indietro, per constatare  che proprio  quell’uscita a Monaco, iniziò a compromettere irrimediabilmente quella stagione del Prode Fernando alla guida del suo Coche Rosso.

Fino alle lacrime di Abu Dhabi.

E a un mondiale mai conquistato.

Con le insegne Ferrari.

F-10 a parte.

 

 

Il Coche Rojo

di

Alonso

 

Monaco.

Monaco e il Coche di Alonso.

Eh?

Sì dai…il Coche Rojo di Alonso.

A dire il vero era già successo tutto al sabato. Al Prode Fernando scappa un sovrasterzo di troppo a Massenet  e nelle FP3 ci rimette la sospensione destra.

Mira Fernando.

Sta seguro che è solo la sospension o tan bien, c’è ben altro ?

Mira il dito Fernando. El Coche Rojo…esta muy scalacagnado… Nell’impatto contro i guard rail si crepa il telaio. Pensare di partecipare alle qualifiche in quelle condizioni non era nemmeno ipotizzabile.

Domenica parte ultimo e al traguardo arriva sesto, schivando Safety Car come fossero una flotta di Dischi Volanti all’attacco di Madre Terra. Schumacher con la Mercedes, all’ultimo giro lo supera prima del traguardo. Il sorpasso avviene in regime di SC. Venti secondi di penalizzazione al campione tedesco nel dopogara.

Sesto posto di Alonso.

Che mondiale singolare quel primo di Fernando in Rosso. Cinque vittorie ma anche sei gare in cui si sommarono errori su errori. Malesia, Cina, Turchia,Gran Bretagna, Belgio, con Petrov ad AbuDhabi a negargli la via mondiale.

Eh…la Cortina di Ferro…

Alonso non gradì.

Avrebbe preferito quache paella…anche se Valencia fu un’altra gara da dimenticare.

Ecco perché fa un certo effetto voltarsi indietro, per constatare  che proprio  quell’uscita a Monaco, iniziò a compromettere irrimediabilmente quella stagione del Prode Fernando alla guida del suo Coche Rosso.

Fino alle lacrime di Abu Dhabi.

E a un mondiale mai conquistato.

Con le insegne Ferrari.

F-10 a parte.

 

logo sinfonia motore almanacco

logo sinfonia motore almanacco

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell’autore
SinfoniaMotore – Tutti i diritti riservati. All rights reserved.