Grazie Mick

sinfonia-motore-dissonanze-img
Sinfonia Motore Dissonanze

 

Grazie Mick

 

 

Nel mio post precedente speravo di iniziare le ferie col sorriso dovuto ad una vittoria Ferrari che, prevedibilmente, non è arrivata.
Ci ha pensato Mick Schumacher a regalarmi comunque una gran soddisfazione.
La sua prima vittoria in F2, con la sua tuta rossa e la Dallara Prema, marchiata Ferrari Driver Academy, è stato un tuffo al cuore autentico in quel dell’Ungheria.
Là, dove papà Michael trionfò quattro volte in F1, il ragazzo, partito dalla pole position, ha tenuto per tutta la gara la prima posizione con le unghie e coi denti, a discapito dell’arrembante nipponico Noboaru Matzushita.
Complimenti davvero a Mick, pilota su cui sono riposte fin troppe speranze per il suo futuro in F1.
Personalmente sono d’accordo con Emiliano: bisogna lasciarlo crescere e maturare, almeno un altro anno nella formula cadetta, per non correre il rischio di bruciarlo subito.
Il talento c’è e la testa pure, bisogna solo avere pazienza.
Il suo momento arriverà per la gioia di tutti, famiglia Todt in primis, tenendo conto però che sarà difficile ripetere la carriera ferrarista del padre, anche se glielo auguriamo tutti.
Sperando anche in una Ferrari competitiva.
Che oggi, purtroppo, non abbiamo.

Intanto, finita la pausa estiva, si va a Spa Francorchamps, dove per Mick l’anno scorso è iniziata una rincorsa fenomenale al titolo di F3 europea.

Chissà che oggi non sia stato l’inizio per la rincorsa al titolo di rookie in F2.

Le premesse ci sono tutte. 

Incrociamo le dita. 

 

Buone vacanze a tutti! 

 

Manuel Maurizzi

 

 

logo sinfonia motore almanacco

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell’autore
SinfoniaMotore – Tutti i diritti riservati. All rights reserved.