Bentornato Kris

[vc_row][vc_column width=”1/3″][vc_single_image image=”918″ img_size=”large”][/vc_column][vc_column width=”2/3″][vc_single_image image=”898″ img_size=”large”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text css_animation=”fadeIn”]

Bentornato Kris

 

È andato forte sia su terra che su asfalto Kris Meeke, in grado di rivede la luce dopo il lungo tunnel in cui era finito da inizio stagione commettendo una sfilza di errori continua, anche in virtù di una Citroen dal comportamento instabile se portata al limite . Sicuramente i test compiuti dal pluricampione  del mondo Sebastian Loeb hanno dato delle indicazioni utili sulla messa a punto della macchina nelle varie superfici di gara. Un campione come Loeb con le sue conoscenze e doti di pilotaggio ha fatto crescere in modo evidente la C3 e di questo ne ha beneficiato Meeke nella prova spagnola .

Il Rally nella prima giornata vede la classifica molto compatta con Mikkelsen al primo posto,  Ogier a 1, 4 ”, Meeke a 3” e Tanak  a 6,3”. Nevuille  è in settima posizione a 12,8” per un errata scelta di gomme, quattro soft  che a fine giornata risulteranno distrutte. Ritiro per Latvala causa una perdita d’olio dal motore e a questo punto gara compromessa per il pilota finnico.

La seconda giornata  si svolge su sette p.s. e vede i momenti cruciali nella p.s 9   dove Nevuille  in piena rimonta è vittima di un guasto idraulico  che lo costringerà a rallentare. Sarà vittima  di una penalità di  30” per essere arrivato in ritardo  al controllo orario , finendo cosi a 54 ” da Meeke, leader della gara.

Nella p.s 12  uscita in contemporanea dei due alfieri Hyundai: Sordo e Mikkelsen. Nello stesso punto della manche cronometrata, hanno colpito una roccia affiorante da un  fosso in una curva che andava tagliata. Rottura di sterzo e sospensioni per entrambi i piloti. Un duro colpo per Hyundai che perde Sordo secondo in classifica. Ora mancano tre punti,  affinché Ford  abbia la matematica certezza  del titolo costruttori , con la Toyota in chiaroscuro,  migliorata su asfalto ma ancora carente sotto l’aspetto dell’ affidabilità.

Nella terza tappa  Meeke conferma l’ottima forma andando a vincere la p.s 14 ed allungando  sulla coppia Ogier -Tanak . Nevuille  deve recuperare  il più  possibile complice la penalità presa il giorno precedente, mentre Hanninen che si trova in 4 posizione è a 16”. Nella prova successiva il pilota belga è vittima di un forte sottosterzo  e desiste  dall’attaccare Hanninen.

P.S. 16  altro colpo di scena. Nevuille  out per una sospensione distrutta in un taglio curva .

Alla fine della terza tappa vittoria meritata per Meeke. Non riuscendo a lottare per la vittoria, i due piloti Ford Ogier e Tanak hanno mantenuto le posizioni e si sono assicurati un  bottino di punti che li porta ad un passo dal titolo costruttori per la Ford  e piloti per Ogier a cui va un plauso per la sua intelligenza nel cercare di fare punti dove non era possibile vincere. Considerando i rally svolti è stato il pilota più costante ed ha fatto pochissimi errori. Anche la Ford si è dimostrata  affidabile  e prestazionale su tutte le superfici. Sembra essere ormai una formalità il titolo mondiale che potrebbe arrivare in Galles .

Delusione e sfortuna nera per Nevuille . Il belga serio candidato al titolo era nella situazione di lottare fino alla fine con Ogier ma purtroppo è tanto veloce quanto incline all’errore e più di una volta  quest’anno ne ha pagato le conseguenze .  L’affidabilità Hyundai non è al livello della Ford. La casa coreana non ha convinto sullo sviluppo della macchina nel corso della stagione. Mi sarei aspettato una crescita di prestazioni che avrebbe scavato un solco rispetto a Ford che partecipa in forma privata. Uscita di scena la Volkswagen era  la più probabile candidata a vincere entrambi i titoli. Delusione.

Toyota  deve crescere sul fronte affidabilità , ma considerando che è alla sua stagione di rientro  nei rally ha fatto vedere cose discrete.

Tornando a parlare di Ford invece , la squadra privata di Malcolm Wilson quest’anno ha fatto i miracoli. In Ford  si devono dare una mossa  e rientrare in veste ufficiale supportando Wilson,  Se  Ogier  accetterà il pressing di Citroen, si verrebbe a creare un accoppiata che  potrebbe essere devastante per gli avversari. In primis per la stessa Ford.

 

1 MEEKE NAGLE CITROEN TOTAL ABU DHABI WRT – C3 WRC 3h01’21”100
2 OGIER INGRASSIA  M-SPORT FORD WRT – FIESTA WRC 28”000
3 TANAK JARVEOJA M-SPORT FORD WRT – FIESTA WRC 33”000
4 HANNINEN  LINDSTROM  TOYOTA GAZOO RACING WRC – YARIS WRC 54”100
5 OSTBERG ERIKSEN  M-SPORT FORD WRT – FIESTA WRC 2’26”200
6 LEFEVBRE MOREAU CITROEN TOTAL ABU DHABI WRT – C3 WRC 2’43”000
7 EVANS E. BARRITT M-SPORT FORD WRT – FIESTA WRC 4’37”400
8 SUNINEN MARKKULA M-SPORT FORD WRT – FIESTA R5 8’22”700
9 KOPECKY DRESLER SKODA – FABIA R5 8’54”50

 

 

CLASSIFICA MONDIALE RALLY( Piloti)

 

1 SEBASTIEN OGIER 198
2 OTT TANAK 161
3 THIERRY NEUVILLE 160
4 JARI-MATTI LATVALA 123
5 DANI SORDO 94
6 ELFYN EVANS 93
7 JUHO HANNINEN 71
8 CRAIG BREEN 64

 

 

[/vc_column_text][vc_column_text css_animation=”fadeIn”]Andrea Piras

 

logo sinfonia motore almanacco

RIPRODUZIONE VIETATA anche parziale senza il consenso scritto dell’autore
SinfoniaMotore – Tutti i diritti riservati. All rights reserved.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_row_inner][vc_column_inner][vc_column_text]

[apss_share]

[/vc_column_text][/vc_column_inner][/vc_row_inner][/vc_column][/vc_row]